Menu

SICURAMENTE UN SUCCESSO!!!

Griglie al gran completo con 130 piloti al via nella prima prova della Suzuki Cup 2001

Vallelunga, 29/04/2001 – Di buon mattino, vista la concomitanza con l’appuntamento del Campionato Europeo, entravano in pista le SV 650 S, con due turni di prove segnati da tempi interessanti: schiere compatte da cui emergeva l’exploit di Carnevale che abbatteva il muro del minuto e 31”, infliggendo oltre un secondo di distacco agli inseguitori. Aspettarsi una gara in solitario dell’alfiere del Concessionario Bandirola sembrava lecito, ma il ritmo di Foroni e Pirazzoli riusciva a contenere il tentativo di fuga del pilota vogherese. Nel corso dell’ottavo giro Foroni attaccava deciso e con due sorpassi si portava al comando, senza più lasciarlo fino alla bandiera a scacchi. I tre giungevano racchiusi in un secondo: nell’ordine Foroni, Carnevale, autore del giro veloce proprio all’ultimo passaggio, e Pirazzoli, che provava all’ultimo giro una coraggiosa frenata al limite alla curva del Semaforo nel tentativo di agguantare la seconda piazza. Più staccato giungeva l’esperto Causin seguito da Pedrini e Picatti. Da segnalare le prestazioni del pilota-calciatore Pederzoli, che guadagnava a suon di sorpassi la 7° posizione, e di Pezzano con 8 posizioni conquistate in gara.

Nella classe 600 i piloti, alle prese con problemi di assetto nel turno della mattina, miglioravano le proprie prestazioni nel turno pomeridiano, arrivando a segnare tempi molto interessanti, vicini a quelli dei più blasonati colleghi dell’Europeo Supersport. Soli 22 centesimi dividevano i primi tre in griglia, con il velocissimo Gennari che segnava la prima pole della stagione. Ma proprio il pilota della Concessionaria Gadani Moto usciva di scena al primo giro di gara con una spettacolare caduta all’esterno della I variante. La lotta al vertice vedeva prevalere Dall’Aglio, che con sorpassi decisi già al terzo giro transitava in testa alla corsa, tallonato da Valentini, Belletti e Ruozi. Subito dietro confronto serrato tra i giovani Carta e Raimondo, con quest’ultimo che nonostante i ripetuti attacchi alla curva del Semaforo non riusciva a guadagnare la posizione. Grande impegno per Valentini, che a metà gara faceva il suo giro più veloce nel tentativo di riagguantare il battistrada: in risposta, il capofila Dall’Aglio nella tornata successiva segnava il giro record della gara e si involava verso il traguardo. Sotto la bandiera transitava primo l’esperto pilota del concessionario TutaPista seguito da Valentini e Belletti, leggermente più staccati Ruozi, Carta e Raimondo.

Nelle qualifiche della classe 750 il pilota del concessionario Boselli Moto Luca Pini, fermato nel primo turno di prove da un inconveniente elettrico, si aggiudicava nella seconda e decisiva sessione la partenza al palo. Resisteva soltanto Colleoni, a meno di un decimo dalla pole. Al via della gara scattava con leggero anticipo dalla prima fila il locale Ruggeri, creando scompiglio nelle griglie. La penalizzazione di 30” arrivava puntuale e lo allontanava dalla testa della corsa, che vedeva la rimonta di Colleoni scivolato in 5° posizione per la brutta partenza. Superati Motta, Paradiso e Poggi, staccando anche il giro veloce della gara, il pilota del Concessionario Solo Moto si portava a ridosso del leader Pini per poi passarlo con uno spettacolare sorpasso all’esterno all’uscita della I variante. A poca distanza seguivano Paradiso e Poggi, poco più staccati Motta e Paolucci, in battaglia tra loro. Sul finire della gara Pini, ad un paio di secondi dal leader della gara, tentava di ricucire lo strappo segnando il suo record personale, ma Colleoni continuava a girare molto veloce e tagliava per primo il traguardo con un solo secondo su Pini, una dozzina su Poggi e poi Paolucci, Paradiso e Motta. Approfondite verifiche tecniche in tutte le classi portavano all’esclusione dalle classifiche di 4 piloti. Prossimo appuntamento con il Trofeo Suzuki Cup il 10 Giugno sulla pista di Magione.

Ufficio Stampa – Idee Moderne Giuseppe Vernetti ([email protected])